SENEGAL E GAMBIA

TRA FORESTA E SAVANA
1/7
airplane-paper-3876379_1920.jpg

da 

€ 2.985

days
11
da Marzo a Novembre
QUANDO ANDARE:
DETTAGLI:
Tour di gruppo minimo 2 massimo 16 partecipanti.
Guida locale parlante italiano.
Trattamento come da programma.
  • Facebook Basic Black
IL VIAGGIO IN BREVE:
Un sorprendente viaggio che attraversa due Paesi “da nord a sud” e che vi regalerà un’incredibile varietà di paesaggi, ecosistemi e ambienti umani.
NATURA ci sposteremo attraverso una spettacolare varietà di paesaggi naturali: deserto, savana, foreste e paludi di mangrovie. Il nostro percorso sarà principalmente da nord a sud, come quello degli uccelli migratori che provenienti dai paesi freddi vengono, da millenni, a svernare in queste terre soleggiate e che ci accompagneranno, come una presenza discreta lungo tutto l’itinerario. In Senegal il Parco di Djoudj è considerato il principale santuario degli uccelli migratori; anche il Gambia è famoso come destinazione degli uccelli migratori.
STORIA, PREISTORIA E VILLAGGI “FUORI DAL TEMPO” Scopriremo siti storici quali l’isola di Gorè che fu punto di raccolta degli schiavi destinati al Nuovo Mondo e Saint Louis – la prima capitale dell’Africa Occidentale Francese. Dakar, l’attuale grande capitale del Senegal e centro intellettuale africano fin dai tempi antecedenti l’indipendenza. Sperimenteremo contatti con genti e luoghi “senza tempo”: i pastori nomadi, gli sperduti villaggi e scopriremo siti preistorici con migliaia di misteriosi monoliti.
ARTE, CULTURA & MUSICA Nella savana del nord saremo invitati al campo di pastori nomadi e faremo la conoscenza della più grande confraternita africana che pratica un Islam assolutamente pacifico, rifiutando qualsiasi forma di fondamentalismo e violenza.
A sud verremo introdotti alle religioni tradizionali animistiche, faremo conoscenza di Re tribali e popoli che ancora costruiscono e venerano le statue degli antenati, unica possibilità di ammirare l’arte tribale nel suo contesto originale ed infine potremo assistere alle spettacolari danze delle maschere.
Nella Casamance, regione animista, saremo testimoni della celebrazione delle maschere Diola che rappresentano l’incarnazione degli Spiriti. L‘uscita delle maschere è sempre un evento speciale che coinvolge la partecipazione di tutto il villaggio in un intenso mix di magia, musica e danze.
Ci concentreremo anche sull’arte e la musica contemporanea: la metropoli di Dakar è da sempre la capitale culturale dell’Africa Occidentale ed attira schiere di pittori, scultori ed artisti provenienti dall’intero continente. Incontreremo la vibrante comunità presso il “Village des Arts”.
In Gambia e in Casamance durante il weekend ci divertiremo al ritmo della musica dal vivo nei “caldi” club africani.
ITINERARIO
1° giorno
ITALIA - DAKAR (-/-/-)
Partenza dall’Italia per Dakar con voli di linea, secondo disponibilità (costo del trasporto aereo non incluso nella quota base). Arrivo all’aeroporto e trasferimento in hotel. Tempo a disposizione e pasti liberi.
Sistemazione all’Hotel Djoloff, hotel di charme, o simile (tutte le camere con bagno privato e aria condizionata).

2° giorno
DAKAR, METROPOLI DELL’ARTE CONTEMPORANEA E GORÉ (B/L/D)
Prima colazione. Dakar, vivace e grande metropoli africana è il centro intellettuale, culturale ed artistico già dai tempi dell’indipendenza. Visiteremo la zona del “Plateau, il Palazzo del Governatore ed alcuni interessanti mercati come Kermel, costruito in puro stile coloniale. Pranzo presso un tipico ristorante locale.
Arrivo al porto di Dakar e imbarco sul traghetto che ci condurrà all’isola di Gorè dove passeremo la notte.
L’isola, di fronte a Dakar, fu punto di raccolta degli schiavi destinati alle Americhe. Di quell’epoca buia conserva ancora numerose vestigia. Oggi Gorè ha assunto una nuova dimensione: grazie al suo clima sempre rinfrescato dalla brezza marina, alla storia, alla ben conservata architettura dell’epoca, ai numerosi e simpatici ristorantini e boutique, Gorè ha saputo trasformarsi in apprezzata meta di escursione.
Sistemazione all’Hotel Municipal, “di charme”, o similare (con aria condizionata e bagni privati).

3° giorno
GORÈ, LAGO ROSA E I VILLAGGI DI PESCATORI (B/L/D)
Prima colazione. Svegliarsi a Gorè prima dell’arrivo della folla e poter passeggiare indisturbati tra i vicoli di questo insediamento storico, è un piacere davvero unico.
Ferry per Dakar e proseguimento su strada per il Lago Rosa noto anche come Lac Retba, un lago salato poco profondo e circondato dalle dune. Le sue acque sono dieci volte più salate di quello dell’oceano ed è proprio a causa dell’alta concentrazione salina che, in alcuni giorni, le acque del lago sembrano tingersi di rosa! Ogni giorno più di 600 lavoratori raccolgono il sale con piroghe e metodi tradizionali.
Lungo la costa scopriremo il più grande villaggio di pescatori del Senegal. Più di 4500 piroghe arrivano a riva con il pescato del giorno. Lasciamo i nostri veicoli per spostarci con un mezzo di trasporto meno invadente e decisamente divertente, saliremo sul carretto trainato dall’asino per andare ad incontrare i pescatori che vendono le merci al mercato locale gestito da donne. Incontreremo anche gli artigiani locali che dipingono le grandi piroghe con colori molto vivaci e brillanti, senza dimenticarsi di ritrarre anche il “santo locale” che funge da ultima magica benedizione prima di affrontare l’oceano. Pranzo in corso d’escursione.
Ai margini del Deserto di Lampoul, alcuni veicoli 4x4 ci attenderanno per superare le dune e condurci al nostro campo tendato (tende confortevoli con letti e bagno privato). Cena e pernottamento al campo.

4° giorno
SAINT LOUIS (B/L/D)
Prima colazione in hotel. Saint Louis, una cittadina che per la sua storia, le sue atmosfere coloniali e per la sua vivacità merita un capitolo a parte. Fu la capitale dell’Africa Occidentale Francese e divenne lo scalo principale dell’Aeropostale, in questa cittadina era di casa Saint Exupéry pioniere dell’aviazione e grande scrittore (Il piccolo Principe). Il modo migliore per scoprire la città, le sue viuzze coloniali, i quartieri dei pescatori è in calesse, mezzo di trasporto in voga presso la popolazione, ed è proprio quello che faremo per apprezzare l’atmosfera unica di questa affascinante cittadina. Pernottamento presso lo storico hotel, totalmente restaurato, dove pernottavano i piloti dell’Aeropostale (compreso St.Exupery). Pranzo in ristorante tipico, cena ristorante di fronte al fiume Senegal.

5° giorno
IL SANTUARIO DEGLI UCCELLI E TRIBÙ NOMADI, 250 KM – 5 H (B/L/D)
Prima colazione. Partenza mattutina per dirigerci verso nord e scoprire un isolato ecosistema umido: il Parco di Djoudj “oasi naturale” composto da centinaia di chilometri parzialmente inondati, abitato da oltre un milione di uccelli sia stanziali sia migratori che qui nidificano. Questo “paradiso umido” ai confini del deserto ha la più grande concentrazione di pellicani mai registrata. Il Santuario nazionale degli uccelli di Djoudj ospita circa 400 specie di uccelli, i più numerosi oltre ai pellicani sono i fenicotteri. Esistono numerosi altri abitanti del parco, che è stato inserito tra i Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.
Nel pomeriggio proseguimento verso il deserto del Ferlo alla ricerca delle steppe dove nomadizzano le grandi mandrie di Zebù dei nomadi Peul.
I Peul sono i più grandi allevatori dell’Africa Occidentale e la principale etnia delle savane, dal Senegal al Tchad. Eredi di una storia millenaria ancora poco conosciuta, si dividono in numerose tribù sia nomadi sia sedentarie; possiedono una grande diversità di tradizioni ma si riconoscono tutti nel comune culto della bellezza, che peraltro ben si addice ai loro fini lineamenti nilotici. Una guida locale ci accompagnerà a visitare alcuni villaggi nei dintorni e potremmo assistere al ritorno degli armenti. Se lo vorremo potremo partecipare alla mungitura. Sistemazione al campo composto da semplici capanne, gestito dalla comunità locale (camere con letto e zanzariere). Pranzo in ristorante, cena al campo.

6° giorno
CONFRATERNITA TUBA, 160 KM – 4 H (B/L/D)
Prima colazione. L’arrivo di un gruppo di viaggiatori occidentali è un avvenimento inconsueto presso la città sacra di Tuba: qui scopriremo il grande senso di ospitalità che caratterizza le confraternite africane. La città sacra è quasi uno “stato nello stato”, il fondatore fu un appartenente Sufi di nome Amhadou Bàmba Mbake, gli abitanti seguono il movimento dei Mouridi che ancora oggi svolge un grande impatto sociale ed economico in Senegal. Durante la loro festa, si stima che la città sacra venga visitata da milioni di pellegrini. Tuba è una città sacra, occorrerà quindi seguire alcune semplici regole: durante la visita non è possibile fumare, portare vestiti provocanti, bere alcool ed ascoltare musica. Rispetteremo queste regole e saremo molto ben accolti. I Mouridi sono fieri della loro città ed apprezzeranno il nostro interesse a visitarla. Pranzo in ristorante, cena in hotel.
Sistemazione all’Hotel Kabakoto o simile (bagno privato e aria condizionata

7° giorno
MEGALITI, DAL SENEGAL AL GAMBIA (B/L/D)
Prima colazione. Partenza mattutina. Lasceremo la strada principale per scoprire il sito megalitico di Sine Ngayene composto da 52 cerchi di megaliti, incluso un doppio cerchio. Con un totale di 1102 pietre scolpite, questo sito davvero unico è stato riconosciuto dall’UNESCO. Dopo il disbrigo delle formalità al confine con il Gambia, ci dirigeremo verso le rive settentrionali dell’estuario del Gambia dove ci uniremo alla folla colorata e vivace che si imbarca sul traghetto locale per attraversare il grande fiume. Faremo scalo a Banjul e arriveremo all’hotel Senegambia, il primo hotel ad aprire il Paese al turismo. Situato in un ampio e rigoglioso parco, offre la possibilità di avvistare uccelli e scimmie che vagano liberamente fino a raggiungere anche la reception dell’hotel. E’ venerdì sera, cena al ristorante, prima di andare in giro da un club all’altro per divertirci al ritmo sfrenato della musica e vivere una notte in puro stile africano.
Pranzo picnic, cena in ristorante hotel oppure ristorante nella cittadina.
Sistemazione all’Hotel Atlantic, situato nella foresta tropicale, spiaggia privata.

8° giorno
PARCO DEL SENEGAMBIA, 170KM – 4 H (B/L/D)
Prima colazione. I Giardini del Senegambia sono una vera esperienza Africana, nel grande parco è possibile avvistare il 70% delle specie di uccelli che possono essere avvistati in tutto il resto del Paese. Con l’aiuto di un ornitologo che ci fornirà i cannocchiali potremo ammirare le differenti specie di uccelli africani nel loro habitat. Visiteremo anche l’interessante Museo Nazionale focalizzato sui differenti aspetti del Paese: archeologia, storia, arte, musica e fotografia. Dopo il pranzo ci trasferiremo al confine meridionale con la Casamance del Senegal. In serata arrivo al nostro confortevole hotel sulle rive del fiume Casamance dove pernotteremo per due notti.
Pranzo ristorante, cena in hotel.
Sistemazione al Kadiandoumange Hotel, sulla sponda del fiume, o similare (camere con aria condizionata e bagni privati).

9° giorno
I RE SACRI (B/L/D)
Prima colazione. Oggi visiteremo le bellissime case fortificate d’argilla dei Diola, che riflettono il concetto di difesa tipico delle società tribali, egualitarie ed acefale. Ne deriva che le case a impluvio, con una grande apertura nel centro del tetto, sono vere costruzioni fortificate, dove l’armonia delle forme e la fusione dei materiali tradizionali (legno e argilla) ne fanno un bell’esempio di “architettura sculturale africana”. Ci riceverà il monarca del Regno Diola. Sua Maestà appartiene alla categoria più tradizionale dei Re africani, quella in cui oltre che capo politico della comunità ne è anche il leader magico-religioso, il “grande sacerdote” che unisce poteri politici a poteri spirituali. Nel pomeriggio seguiremo una pista che ci condurrà ad un grazioso villaggio dove incontreremo le maschere che lasciano la foresta sacra (dove solo gli iniziati sono ammessi) per danzare davanti ad un pubblico entusiasta. Le maschere fanno parte della cultura animista e tradizionale dei Diola e Malinka, tutti le rispettano e ne hanno soggezione in quanto incarnano gli Spiriti che assolvono un ruolo importante nel risolvere le dispute tra i vari villaggi. In serata arrivo a Ziguinchor.
Pranzo ristorante, cena in hotel.
Sistemazione al Kadiandoumange Hotel, sulla sponda del fiume, o similare (camere con aria condizionata e bagni privati).

10° giorno
DAKAR (B/L/-)
Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto per effettuare uno spettacolare volo verso Dakar sorvolando fiumi, estuari e la costa Atlantica. Arrivo a Dakar e tempo per l’ultimo shopping.
Trasferimento verso l’aeroporto per il volo di rientro. Pranzo in ristorante.
Camere in day-use fino alle 18.00 (tutte le camere con bagno privato e aria condizionata).

11° giorno
DAKAR - ITALIA (-/-/-)
Partenza per l’Italia con voli di linea, secondo disponibilità (costo del trasporto aereo non incluso nella quota base).
Questa è una delle tante proposte disponibili per questa destinazione, abbiamo a disposizione soluzioni con durata più o meno lunga e su richiesta siamo in grado di sviluppare lo stesso itinerario su base individuale modificandolo ed adattandolo alle vostre esigenze.
Non esitate a contattarci.  
IN COLLABORAZIONE CON:
GO WORLD

Pegaso Viaggi di W2 Agency snc

Agenzia di Viaggi e Tour Operator

P.I. 02348920428 - REA 180768/AN

Licenza e aut. 9644/10

Polizza Ass. RC Europ Assistance n° 8987108

Polizza Fondo di Garanzia Assicurativo - Norbis S.p.a. - Valore Sicuro n° 5002002215/P

Condizioni di Viaggio T.O. Pegaso Viaggi

Privacy Policy

© 2021 by Pegaso Viaggi.

Proudly created W2 Agency snc

  • Pegaso Viaggi
  • Wix Facebook page